Produttori

Ultimi arrivi

Tutti gli ultimi arrivi

Newsletter


Sistemi Anticalcare

Sistemi Anticalcare
Il calcare è dovuto alla presenza di sali di calcio e di magnesio disciolti nell’acqua come bicarbonati solubili.
Per effetto del calore, questi sali si trasformano in carbonati insolubilie tendono a unirsi in agglomerati di cristalli che formano incrostazioni e depositi di calcare sulle superfici dei tubi, delleserpentine e dei serbatoi d’accumulo degli impianti di produzione dell’acqua calda, sia domestici che industriali.
Col tempo, le incrostazioni di calcare finiscono per ostruire le tubazioni e col formare spessi strati sugli apparecchi di riscaldamento
causandone il cattivo funzionamento, il drastico abbassamento della resa energetica, alti costi di conduzione e manutenzione.
La legge 46/90 con le relative Norme UNI 8065 in riferimento agli
impianti di produzione di acqua calda sanitaria, prescrive la necessità di installare un filtro di sicurezza a protezione degli impianti e, in base alle caratteristiche dell’acqua di alimento riferite
alla durezza, stabilisce che:
- fino a 25°F di durezza si può impiegare il condizionamento chimico
di stabilizzazione della durezza e/o anticorrosivo;
- oltre i 25°C di durezza è obbligatorio l’addolcimento;
- ove necessario, l’addolcimento sarà integrato da condizionamento anticorrosivo e/o antincrostante.
LA DUREZZA DELL’ACQUA
La quantità sali di calcio e di magnesio disciolti determina la“durezza” dell’acqua, che viene misurata generalmente in gradi francesi (°F). Un grado francese corrisponde a 10 ppm di CaCo3(carbonato di calcio).
Classificazione delle acque in base alla durezza:
Acque dolci: inferiore a 5°F
Acque moderatamente dure: da 5 a 7°F
Acque mediamente dure: da 8 a 12°F
Acque dure: da 13 a 25°F
Acque molto dure: 26°F e oltre.
La durezza dell’acqua può essere controllata rapidamente con le
strisce EASYTEST
Principali sistemi anticalcare per uso individuale (su ciascun apparecchio es.lavatrice,caldaia..)

IL TRATTAMENTO ANTICALCARE CON POLIFOSFATO
(CONDIZIONAMENTO CHIMICO).
Il trattamento con polifosfato è una semplice, efficace ed economica soluzione al problema delle incrostazioni di calcare. Il polifosfato disciolto nell’acqua impedisce la formazione di incrostazioni di calcare influendo nella cristallizzazione dei carbonati, senza cambiare la durezza dell’acqua.

IL TRATTAMENTO ANTICALCARE CON APPARECCHI MAGNETICI
(CONDIZIONAMENTO FISICO).
L’acqua viene condizionata mediante un campo magnetico che modifica la struttura dei cristalli dei sali di calcio e magnesio,impedendo la formazione di incrostazioni di calcare senza cambiare la durezza dell’acqua e il suo contenuto in sali.

TRATTAMENTO ANTICALCARE A LIQUIDO CON POMPA MECCANICA
Sono tra i migliori sistemi per il trattamento dell'acqua,funzionano con una una pompa dosatrice volumetrica meccanica che non richiede alcuna alimentazione elettrica. Il dosaggio, preciso e proporzionale in qualsiasi condizione di esercizio, viene avviato idraulicamente da un sistema meccanico che, sfruttando il movimento dell’acqua, immette quantità controllate svolge un duplice effetto protettivo: ostacola la formazione di incrostazioni calcaree e previene i fenomeni corrosivi dei componenti metallici.
Probabilmente il migliore sistema a pompa meccanica è Minidos abbinato al suo flacone di liquido preparato in confezione da 1 o 5 litri chiamata AcquaSIL.
AcquaSIL 20/40® è una soluzione combinata di polifosfati a purezza alimentare specifici per il trattamento dell’acqua potabile.
Attraverso un meccanismo scientificamente noto come “effetto-soglia”, i polifosfati, se presenti nell’acqua in concentrazioni di qualche mg/l (la concentrazione massima ammessa dal D.Lgs. N°31 del 2 Febbraio 2001 è di 5 mg/l come P2O5), interferiscono con i fenomeni di cristallizzazione dei carbonati ostacolando la formazioni di incrostazioni. I polifosfati, inoltre, sono in grado di formare una pellicola protettiva sulle superfici metalliche proteggendole da eventuali fenomeni corrosivi.
MiniDOS è in grado di assicurare un dosaggio di AcquaSIL 20/40® proporzionale e sempre inferiore a 5 mg/l come P2O5 scongiurando così qualsiasi rischio di sovradosaggio.

ADDOLCITORI (da inserire dopo il contatore dell'acqua)
Ci sono altri sistemi per contrastare il calcio diretamente all'ingresso dell'aqua potabile di un appartamento, questi generalmente vengono utilizzati in situazioni di presenza di calcare importante, questi vengono chiamati : "Addolcitori"
L’addolcimento rappresenta la tecnologia che attualmente offre le maggiori garanzie di successo nella prevenzione dei depositi calcarei.
L’addolcimento consiste in una reazione di scambio ionico, realizzato da apposite resine, che comporta l’eliminazione degli ioni responsabili della formazione di incrostazioni (calcio e magnesio). L’utilizzo di acqua addolcita comporta una serie di vantaggi: riduce le incrostazioni calcaree nelle tubazioni, nei boilers e negli elettrodomestici, riduce i consumi energetici ed il consumo di detersivi. L’acqua addolcita, inoltre, ha un’ effetto risanante sulle superfici incrostate eliminando, nel tempo, le concrezioni calcaree già presenti.

Non ci sono articoli in questa categoria.

Numero Verde 800 807 445


Design CODENCODE